Microsoft, Windows 10 e non solo

Devo dire che nell’ultimo periodo sono un po’ critico rispetto a Microsoft, questo non per un presa di posizione a prescindere ma per motivazioni reali legate a ciò che faccio quotidianamente, sono uno sviluppatore e quello che faccio è fare App e scrivere codice.

Chi mi conosce sa che sono stato (al momento parlo al passato) un grande sostenitore di Windows Phone, Microsoft era partita con buoni propositi che, secondo me, ha perso lungo la strada ed è ovvio che sia un strada sulla quale hanno parecchie indecisioni.

Ho assistito allo streaming di #futureDecoded e la sola cosa che mi è saltata all’occhio è stata … Ma quanto siamo belli ma quanto siamo bravi e meglio di noi nessuno … OK, l’evento gratuito serviva proprio a questo, ma quando poi andiamo al sodo cosa vediamo?

Non pensate subito male, ripeto non sono contro a priori ma ho le mie motivazioni e magari possono servire come punto per una riflessione più ampia.

Parliamo di Windows 10.

Certamente una scelta radicale (che secondo me avrebbero dovuto fare da tempo) un “nuovo” sistema operativo che taglia rispetto al passato che adesso è su tutti i device

Universal Windows Platform (UWP)

Questa immagine usata in tantissime occasioni che dimostra questa nuova strada che hanno intrapreso.

Tornando al nostro discorso…
Windows 10 ha moltissime cose interessanti ma da sviluppatore cosa vedo:

  • Strumenti di sviluppo ancora acerbi o comunque non ancora concreti e certi
  • App desktop che non hanno appeal ne verso l’utente ne verso chi le deve sviluppare
  • L’azzeramento delle linee guida per la UI, Windows Phone con Metro aveva dato una strada interessante che tutti hanno apprezzato e che ad oggi si sta’ sgretolando perché a tutti è permesso di realizzare l’interfaccia come gli pare e questo per l’utente finale non è un pregio.

Poi la cosa che mi lascia perplesso quando leggo articoli o sento interviste è sentire discorsi tipo questo

… La prossima versione che faremo sarà la versione più bella e la più figa di tutte …

Il problema è che questa frase la sento per ogni versione di qualsiasi cosa, Windows Phone 7 era giovane e pieni di difetti, quindi abbiamo aspettato l’8 poi l’8.1 ha cambiato un po’ le carte in tavola ma ci siamo adattati, per le Universal App (che così non erano), Windows 10 Mobile è meglio, ma meglio di cosa visto che non c’è ancora? Belle le Universal App ma di nuovo ci hanno cambiato i controlli e il modo di creare le App, bello Metro ma non c’è più, o almeno non è così importante.

Utilizzo Windows 10 desktop da un bel pò grazie al programma Insider e l’ho visto crescere a cambiare ad ogni release e vedo che le app native hanno UI/UX che lasciano a desiderare, non hanno la stabilità ti aspetti da un sistema che dovrebbe essere stabile ma lo perdoni perché è appena uscito ma quindi? la posizione di noi sviluppatori Windows è quello di essere felici perché Microsoft cambia sempre le carte in tavola, ci da strumenti che poi cambia, ci dice che farà cose che poi NON porterà a termine, perché mi vengono chieste Apps per IOS e Android e non per Windows Phone? la risposte è certamente … perché sono i più diffusi … e quindi una domanda seria non ce la facciamo?

La mia visione è diretta sopratutto al mercato Business, Windows la fa ancora da padrone per numero di installazioni e utenti su PC, certamente non sono in discussione questi numeri ma il mercato sta’ cambiando come la stessa Microsoft ci mostra, quando fa una nuova app o un nuovo servizio è sempre multi-piattaforma ma questo però indica anche che noi sviluppatori forse non dobbiamo investire così tanto su una cosa come i device mobili con Windows perché tanto non saranno così numerosi come i concorrenti.

Le mie sono riflessioni personali, come detto legate a ciò che faccio ogni giorno, ci sono tempi e modi di fare le scelte ma ad oggi non avevo mai realmente riflettuto su un cambio almeno per quello che riguarda il Mobile.

Il discorso comunque è molto più ampio, Microsoft ha tantissime cose all’attivo e per questo ha pregi e difetti perché dal punto di vista di uno sviluppatore vede che le cose cambiano in fretta e abbiamo sempre nuove possibilità ma vediamo anche che ciò su cui ha investito non sono più utilizzabili o comunque cambiano senza che tu possa aver avuto il tempo per assorbirle.

L’unica cosa che possiamo fare è stare alla finestra, guardiamo cosa ci passa davanti e valutiamo volta per volta ma dovrebbe tornare una visione delle cose che possa portare almeno ad un anno e non solo a pochi mesi.