Il traffico

http://www.ansa.it

Ho lasciato passare qualche giorno prima di condividere con voi un’osservazione.  Due navi si sono scontrate in mare aperto, nello specifico nel Mar Tirreno, ma come può essere successo? Nessuno si è fatto questa domanda?

Incidente in mare tra due navi 14 miglia al largo di Capo Corso, in acque internazionali vicine alla Corsica. La motonave Ulisse che porta camion e auto e la motonave portacontainer Cls Virginia si sono urtate. Non risultano al momento feriti. Secondo quanto riferito dalla Capitaneria di Genova, la Ulisse avrebbe colpito la Virginia, che per motivi da accertare forse era ferma in mare

Dal sito web dell’ANSA 

Non sono motoscafi o gommoni, non mi sembra che ci fosse il traffico della tangenziale di Milano o di Napoli, e non siamo sulla Tiburtina a Roma nell’ora di punta. Si legge che la Virginia fosse ferma, chiaro, ma perché nessuno ha visto in quello spazio una colosso del genere e non si è fatto qualche domanda prima di arrivargli addosso?

Sono avvenimenti che non capisco come possano accadere, è vero, penso sempre che le persone siano in un qualche modo capaci ma con notizie del genere mi si conferma la necessità ad un reset mentale dell’umanità. Siamo preoccupati del versamento in mare, è una zona di riproduzione di grandi mammiferi ma non ci tuteliamo e non tuteliamo gli altri dalla nostra stessa incapacità.

Crolla un ponte? è colpa del camion troppo pesante non da una cattiva manutenzione, muoiono migliaia di persone che eventi come terremoti e tsunami? non pensiamo che le case in legno e le baraccopoli sono un dramma.

Alla mia domanda… “Siamo destinati all’estinzione?” la risposta è sempre di più . Siamo troppo presi da noi stessi e dalla nostra stupidità per lasciare qualcosa di sano a chi verrà dopo di noi.